NON ACCONTENTARTI DELL'ORIZZONTE. CERCA L'INFINITO.


I made this widget at MyFlashFetish.com.



lunedì 4 novembre 2013

NIENTE DA FARE

L'idea di correre bene la maratona di Firenze ho dovuto, con grande dispiacere, metterla da parte: purtroppo, nonostante i giorni di scarico, il ginocchio continua darmi noia e quindi la preparazione non potrà continuare ad andare avanti.
Peccato.

Sabato mattina ho provato a cimentarmi con il lungo da 36km ma già dopo 5/6km iniziavo ad avere fastidio e dopo i 12 il fastidio si è tramutato in dolore.
Fin da subito la testa era orientata al negativo e, oltre al problema ginocchio, mi sembrava comunque di faticare a tenere dei ritmi non troppo proibitivi.
Decido cosi di puntare verso casa e negli ultimi 3km mi sarò fermato 2/3 volte per allungare un pò la gamba.
Peccato.

Stava andando tutto bene, forse troppo, e gli allenamenti del Califfo erano davvero interessanti, vari e soprattutto alla mia portata...mai la sensazione di essere al limite, mai "cotto" dopo una seduta.
Purtroppo il mio è un problema cronico (condropatia rotulea) e quando supero i 50/55km a settimana iniziano le rogne.
Peccato.

E ora che si fa?

Sabato, mentre rientravo blandamente a casa, ero convinto di disdire il B&B e di vendere/regalare il pettorale..poi però, in chat con gli altri blogger, mi son detto:
"Vado ugualmente, mega con cena gli amici e se nei giorni precedenti (dove conto di nuotare, pedalare e far un pò di pesi) non ho fastidi vari provare a correre qualche km e vedere poi come andrà" 

Da perdere non ho nulla e sicuramente non ho intenzione di fare "l'eroe" e rischiare di peggiorare le cose.

E per il futuro?

Boh...da una parte questi tre mesetti con Luciano sono stati galvanizzanti e mi piacerebbe continuare a lavorare in Team magari puntando a migliorare su mezza e diecik, dall'altra ho paura che concentrandomi nuovamente solo sulla corsa possa ritrovarmi ancora messo come ora.

Il triathlon "senza impegni" (nel senso che non ho mai gareggiato) degli ultimi 18 mesi mi ha permesso di divertirmi ed evitare "casini" e mi ha fatto pensare di aver trovato l'elisir di lunga vita atletica.

Sicuramente la vita è fatta di tante cose: famiglia, lavoro, amici (e non sempre tutto va come vorresti) e lo sport per me rappresenta una grossa fetta di essa ma deve rimanere limitato ad essere una valvola di sfogo, ogni tanto capita che non sia proprio cosi e ciò non è un bene.


10 commenti:

Master Runners ha detto...

Peccato davvero, sono contento però che a Firenze ci sarai.
Sono sicuro che facendo anche bici e nuoto tornerai a divertirti, ti aspetto a Pescara, dove saremo in tanti e vedrai che sarà un grande evento!

theyogi ha detto...

così si ragiona! anche perché, se decido anch'io, almeno ci facciamo compagnia..... :)

Master Runners ha detto...

Perchè ancora devi decide tu????

theyogi ha detto...

diciamo che le probabilità sono aumentate......

MauroB2R ha detto...

@master
sotto sotto..spero di divertirmi anche prima!!

@yo
dai dai....ti infili da imboscato in gabbia e vediamo come va!!

Drugo ha detto...

Fai più bene ad andare comunque a Firenze. Corriamo anche e soprattutto per la compagnia!

Andreadicorsa ha detto...

Mi associo a Drugo.
Ti faccio un in bocca al lupo e auguri di veloce guarigione. E visto che hai il pettorale, oltre alla cena perchè non correre anche 10/15 km se il dolore non è troppo?

Anonimo ha detto...

si può anche migliorare 10 e mezza senza dedicarsi solo alla corsa...
luciano er califfo.

MauroB2R ha detto...

@andrea
se il riposo darà i suoi frutti...sicuramente si. studierò il percorso x vedere dove "beccarmi" con la family e correre qualche km.

@luciano
senz'altro..ma non vorrei rendere il tutto troppo "stressante"..

IronGuzzo ha detto...

Ottima decisione... A Firenze prova... magari mezzora prima metti la canotta della Fulminea sul ginocchio... potrebbero succedere cose impensabili..............