NON ACCONTENTARTI DELL'ORIZZONTE. CERCA L'INFINITO.


I made this widget at MyFlashFetish.com.



mercoledì 7 dicembre 2011

VITA INTENSA, FUTURO INCERTO

Titolo ispirato da un siparietto tra due miei colleghi, non che volessi (come sembra andar di moda) lagnarmi anch'io per questo paese, per questo mondo, per questa vita etc etc. ANCORA non è tempo per quello, magari un giorno arriverà (alcuni pensano presto) magari no.

Però il futuro è incerto, questo certamente (bel gioco di parle) e questo COSTANTEMENTE è cosi!
Non puoi fare calcoli, programmi, previsioni...o meglio, puoi PROVARE a pianificare ma l'imprevisto è sempre li, che ti aspetta!

Sicuramente gli ultimi mesi dell'anno non sono per me tra i più fortunati, lo scorso anno il lavoro e quest'anno il problema, spero piccolo, al ginocchio.
Dicevo del ginocchio, appunto...si naviga a vista: 10gg di stop, potenziamento come suggerito un pò da tutti, automassaggi, dolaut...solite cose insomma.
Questa settimana timide uscite, massimo 10km:  la prima Lunedì è stata tragica, correvo male e alla fine avevo dolore ovunque, oggi invece meglio, certo, sempre senza sforzare "il maledetto" ma correndo sempre con senzasioni strane...dolori muscolari prima mai avvertiti..può essere che con soli 10gg di fermo mi sia arrugginito cosi tanto?? Forse la causa è da ricercare nei lavori di potenziamento? Chi lo sa?

Ora quattro giorni di riposo dalla corsa, cogliendo l'occasione del ponte ci faremo un bel viaggetto "on the road" alla scoperta, almeno per noi, di Innsbruk, Monaco e il Lago di Costanza.
Viaggiare è sicuramente una delle mie passioni dopo la corsa e la lettura..e a proposito di libri:

  • l'ultimo di Faletti "tre atti due tempi" è stato davvero una delusione, di una banalità disarmante
  • "Storia curiosa della scienza" di Flavio Oreglio è stata una piacevole sorpresa, un libro che parla della nascita della filosofia e della scienza, scritto in maniera semplice e ,IMPORTANTE, senza troppe opinioni dell'autore, solo fatti. Mi ha fatto ragionare molto, ripensando anche alle mail scambiate con yogi...e sembra fin troppo semplice che per farsi un opinione basterebbe mettere in fila gli eventi della storia. Mi viene in mente la religione ma ci sarebbe da scrivere un "mattone" per chiarire quelle che sono le mie idee
  • now reading, per dirla all'inglese, "Buona notte Sig. Lenin" di Tiziano Terzani (anche questo ispirato dal buon yogi) , è il primo libro che leggo di questo autore e promette davvero bene, vi saprò dire.
Buone corse e buon ponte (per chi lo fa) a tutti voi. 


8 commenti:

percefal ha detto...

Si, dieci giorni di stop ti arrugginiscono molto più di quanto ci si possa apettare :(

percefal ha detto...

Si, dieci giorni di stop ti arrugginiscono molto più di quanto ci si possa apettare :(

GIAN CARLO ha detto...

Buona vacanza... sicuramente torni caricato e riposato al punto giusto

Oliver ha detto...

Il potenziamento sarebbe meglio farlo seguire da trasformazione, per trasformare appunto il tipo di forza. L'importante è che, quando provi a correre, tu cirri normale, senza proteggere la parte infortunata, altrimenti rischi di farti male da altre parti

Tosto ha detto...

buone letture

MauroB2R ha detto...

@percefal
a quanto pare hai ragione..

@giancarlo
carico sicuramente, riposato? 1200km in macchina e una caterva fatti a piedi...però senz'altro contento, bei posti davvero!

@oliver
non ho ben capito la prima parte del tuo commento...

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Le ginocchia sono sempre in agguato. Ti auguro di tornare al 100%. Ciao

insane ha detto...

Non può non piacerti Terzani,yògi ti ha dato un ottimo consiglio.. ;)
Intravista qualche foto,il viaggio deve essere andato bene..ciao Mauro